fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Stimolazione magnetica transcranica offre sollievo dal dolore nel Parkinson?

stimolazione magneticaI risultati di uno studio controllato cinese

Uno dei sintomi della malattia di Parkinson è il dolore, che in alcuni casi addirittura rappresenta la prima manifestazione della malattia.

Ricercatori cinesi hanno effettuato uno studio randomizzato e controllato in condizioni di doppio cieco per valutare la efficacia della stimolazione magnetica transcranica della corteccia motoria primaria nel cervello tramite casco nel controllare il dolore muscolo-scheletrico in 52 pazienti affetti da malattia di Parkinson . Lo studio era “randomizzato e controllato” nel senso che 26 pazienti sono stati casualmente assegnati alla stimolazione magnetica (5 sedute di stimolazione a 20 Hz), mentre i rimanenti 26 sono stati assegnati ad un gruppo di controllo sottoposto ad una simulazione della stimolazione. “Doppio cieco” significa che l’assegnazione veniva effettuato in modo che né i pazienti, né il neurologo valutatore sapevano chi era stato assegnato a che cosa.

E’ emerso che la stimolazione magnetica ha significativamente migliorato il dolore, la funzionalità motoria, la depressione, l’ansia e la gravità della malattia di Parkinson in generale in base ai risultati relativi a punteggi su scale specifiche.

In conclusione, lo studio suggerisce che la stimolazione magnetica transcranica della corteccia motoria primaria possa rappresentare una terapia aggiuntiva utile per ottenere sollievo dal dolore muscolo-scheletrico nella malattia di Parkinson.

 

Fonte: LI J e coll Parkinisonism Relat Disord 2020; 80: 113-119

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !