Menu
Italian English French German Spanish

Attenzione alla ipotensione ortostatica

Predice peggioramento della funzione motoria nel Parkinson

 

Il fenomeno per cui in alcune persone la pressione arteriosa cade rapidamente a valori troppo bassi quando si alzano per mettersi in piedi (“ipotensione ortostatica” ) è uno delle possibili manifestazioni della malattia di Parkinson in fase avanzata. Ora è stato valutato se questo segno può essere indice di un peggioramento della malattia nelle fasi iniziali della malattia.

Sono stati usati i dati di 275 pazienti inseriti nello studio CALM-PD (in cui gli effetti del pramipexolo erano stati confrontati con quelli della levodopa sulle complicazioni motorie) per valutare se l’ipotensione ortostatica nelle prime fasi della malattia predice un peggioramento della funzione motoria dopo 102 settimane (quasi 2 anni). Dopo aver tenuto conto dell’età, della durata di malattia, del sesso, della terapia farmacologica, della funzione cognitiva e dei punteggi UPDRS al basale, è stato rilevato che la presenza di ipotensione ortostatica era correlata ad un peggioramento del punteggio motorio sulla scala UPDRS, ma non del punteggio UPDRS relativo alla capacità di svolgere le attività quotidiane. E’ stato inoltre rilevato che l’ipotensione ortostatica era più frequente tra le persone sottopeso

Fonte: Kotagal e coll Parkinsonism Relat Disord 2016; 32: 127-129