Menu
Italian English French German Spanish

Ancora allarmi per la diatermia - Questa volta da FDA americana

Il riscaldamento cutaneo con strumenti che producono onde corte o micro-onde è pericoloso nei pazienti con stimolazione cerebrale profonda

Sono stati segnalati alla Food and Drug Administration (FDA), l’equivalente americano del nostro Ministero della Salute, due segnalazioni di decesso di pazienti portatori di elettrodi per la stimolazione cerebrale profonda dopo terapia diatermica in seguito a chirurgia orale in un caso e per la terapia di una scoliosi cronica nell’altro. In entrambi i casi, l’interazione della diatermia con gli elettrodi ha causato un grave danno cerebrale in corrispondenza del sito degli impianti. L’avvertenza riguarda l’uso della diatermia ad onde corte (onde radio) ed a microonde, non la terza modalità di diatermia attualmente disponibile, la diatermia ad ultrasuoni, né l’elettrocauterizzazione. Il pericolo sussiste anche se l’elettrodo è spento o scollegato dallo stimolatore e anche se la diatermia viene posta in modalità non riscaldante. Non è stato stabilito se vi è una distanza di sicurezza tra l’applicatore per la diatermia e gli elettrodi impiantati che permetta il trattamento diatermico dei pazienti senza alcun rischio di lesioni cerebrali. PER ALTRE NOTIZIE SUI PERICOLI DA DIATERMIA SI BATTA LA PAROLA DIATERMIA SU CERCA NOTIZIA