fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Malattia di Parkinson: il ruolo delle malattie infiammatorie intestinali e dell’asse intestino-cervello

Il “sistema nervoso enterico” rappresenta una componente di sistema nervoso che controlla e regola l’apparato gastrointestinale.

 

Negli ultimi anni si sta indagando il suo ruolo, insieme a quello dell’intestino, nell'inizio e/o nello sviluppo della malattia di Parkinson. È stato dimostrato che i pazienti affetti da malattie infiammatorie intestinali hanno un'incidenza di malattia di Parkinson superiore al 28%. 

Alcuni studi hanno dimostrato delle interazioni intestino-cervello che potrebbero essere rilevanti per malattie neurodegenerative quali la malattia di Parkinson.

Gli autori si sono soffermati soprattutto sulla possibile azione della corteccia insulare (un'area cerebrale che appariene al lobo temporale), poiché è ritenuta essere un’area del cervello correlata all’elaborazione delle informazioni viscerali.

Questi studi suggeriscono che la malattia di Parkinson possa avere inizio nel sistema nervoso dell'intestino per poi diffondersi lungo i nervi che arrivano al cervello. Si ipotizza, inoltre, che l'infiammazione intestinale e la conseguente maggiore permeabilità intestinale possano essere la causa di aggregazione dell'α-sinucleina, fenomeno tipico della malattia.

Pertanto, le terapie mirate a regolare l’asse intestino-cervello possono ridurre l’infiammazione intestinale e quindi, con buone probabilità, il rischio di sviluppare malattie neurodegenerative.

CONSIGLI NUTRIZIONALI:

Per avere un intestino in salute si consiglia di:

Variare il più possibile la dieta;

Mantenere una dieta ad alto tenore di fibre (20-35 grammi di fibre giornaliere) aumentando il consumo di alimenti integrali, frutta e verdura, legumi;

Apportare un’adeguata quantità di acqua;

Avere uno stile di vita sano, che preveda lo svolgimento costante di un’attività fisica moderata;

Fare dei cicli di probiotici e/o consumare quotidianamente alimenti contenenti fermenti lattici vivi.

 

FONTE: Olszewska DA, Lang AE. The Role of Insular Cortex in Gut-Inflammation Memory: What Does It Mean for Parkinson's Disease? Mov Disord. 2022 Apr;37(4):700-701. doi: 10.1002/mds.28975. Epub 2022 Mar 1.

 

A cura delle dott.sse Michela Barichella, medico Dietologo e Serena Caronni, biologa Nutrizionista

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson