fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Pazienti con malattia di Parkinson ricoverati per COVID-19 in Germania

Da poco sono stati pubblicati i dati nazionali tedeschi relativi ai ricoveri per malattia di Parkinson e malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) e alla mortalità ospedaliera associata a COVID-19 durante la prima ondata della pandemia.

 

Gli autori hanno effettuato uno studio utilizzando un database con dati clinici provenienti da  1468 ospedali tedeschi, con 5.210.432 ricoveri di pazienti, e un totale di 30.872 casi COVID-19 positivi, registrati tra il 16 gennaio e il 15 maggio 2020.

I risultati sono interessanti: rispetto al 2019, i ricoveri per Parkinson in Germania nel 2020 sono diminuiti fino al 72,7%. La frequenza di COVID-19 era significativamente più alta nella popolazione dei 64.434 pazienti con Parkinson ricoverati rispetto ai pazienti non parkinsoniani,  specialmente per quanto riguarda i soggetti di età avanzata (cioè con una età uguale o superiore a 65 anni). 

I pazienti con Parkinson e COVID-19 avevano più frequentemente una storia di ipertensione arteriosa e insufficienza renale cronica rispetto ai soggetti non parkinsoniani con  COVID-19, ed erano più frequentemente maschi con un'età più avanzata.

Il tasso di mortalità ospedaliera per COVID-19 era molto più alto nei pazienti con Parkinson rispetto ai pazienti senza Parkinson (35,4% contro 20,7%), specialmente nei pazienti di età compresa tra 75 e 79 anni. Un dato interessante è che in Germania la mortalità ospedaliera complessiva dei pazienti con Parkinson è stata significativamente più alta nel 2020 rispetto al 2019.

Dunque i pazienti parkinsoniani ricoverati in Germania nel 2020 sono stati più frequentemente colpiti da COVID-19 e hanno presentato un incremento della mortalità associata a COVID-19 rispetto agli altri pazienti. 

Sarà interessante confrontare questo dato con gli altri dati Europei e i dati italiani, ma questi risultati  ci confermano l’importanza estrema della vaccinazione anti Covid-19 in tutta la popolazione e in particolare nei nostri pazienti con malattia di Parkinson.

Fonte: Scherbaum R et al., Clinical Profiles and Mortality of COVID-19 Inpatients with Parkinson's Disease in Germany. Mov Disord. 2021 May;36(5):1049-1057

 

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson
Non vuoi ricevere il materiale a casa ma vuoi rimanere informato?
ISCRIVITI SOLO ALLE NEWSLETTER !