Menu
Italian English French German Spanish

Il piede contribuisce alla mancanza di equilibrio dei pazienti parkinsoniani

La sensibilità della pianta del piede è ridotta nella malattia di Parkinson

Ricercatori della Università di Essen (Germania) hanno valutato la sensibilità della pianta del piede in cinque punti diversi in 24 pazienti parkinsoniani ed in 20 soggetti sani. Nei pazienti parkinsoniani hanno rilevato uno significativo innalzamento della soglia di percezione della pressione e delle vibrazioni che era pari ad almeno il doppio in tutti i punti testati, tranne il tallone. Inoltre vi era una correlazione tra la compromissione della funzionalità motoria misurata mediante la scala UPDRS e la compromissione della sensibilità del piede alle vibrazioni. Gli autori concludono che la perdita di sensibilità della pianta del piede potrebbe contribuire alla compromissione dell’equilibrio nei pazienti parkinsoniani

Fonte/Source: Pratorious et al Neurosci Lett 2003; 346: 173-176