fbpx
Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Italian English French German Spanish

Ricerca di mutazioni a carico del gene LRP10 nei pazienti con malattia di Parkinson

geneNegli ultimi decenni l’avanzamento nel campo della genetica ha portato alla scoperta di nuovi geni associati alla malattia di Parkinson. Il caso LRP10.

Recentemente mutazioni a carico del gene LRP10 (low-density lipoprotein receptor-related protein 10) sono state identificate come responsabili di alcuni casi di malattia di Parkinson e demenza a corpi di Lewy (DLB), nonostante il ruolo patogenetico di questo gene rimanga ancora da definire.

È stato pubblicato uno studio al quale ha partecipato il gruppo di ricercatori della Fondazione Grigioni, condotto su 664 pazienti con diagnosi di malattia di Parkinson, seguiti in due importanti Centri Parkinson, quello del Pini-CTO e quello del Policlinico di Milano, con lo scopo di valutare la presenza di mutazioni o varianti a carico del gene LRP10; una analisi genetica parallela è stata eseguita anche su 3596 soggetti sani, ovvero senza segni o sintomi clinici suggestivi di malattia di Parkinson.

L’analisi genetica, eseguita mediante la tecnica di next generation sequencing (NGS), ha portato all’identificazione tra i 664 pazienti con Parkinson di 3 varianti missense (con sostituzione di un aminoacido con un altro), verosimilmente patogenetiche di malattia ovvero correlate al possibile instaurarsi della malattia.

Tutti e 3 i pazienti presentavano un Parkinson ad esordio tardivo e responsivo alla levodopa, caratterizzato sia da sintomi motori che da sintomi non motori; nessuno dei 3 pazienti presentava compromissione della performance cognitiva.

Il paziente con la mutazione p.R549Q aveva una malattia caratterizzata prevalentemente da tremore, mentre gli altri 2 pazienti (p.R296C and p.R661C) presentavano un parkinsonismo caratterizzato principalmente da rigidità e lentezza, ed esordio lievemente più precoce, rispettivamente a 54 e 56 anni. Nessuna delle varianti sopracitate, diversamente, è stata identificata nella popolazione di 3596 soggetti sani.

Questo studio in conclusione ha portato alla luce l’esistenza di 3 varianti genetiche a carico del gene LRP10 verosimilmente responsabili della malattia di Parkinson, ma ulteriori studi saranno necessari per definire il ruolo di questo gene nella malattia di Parkinson e in generale nelle alpha-synucleinopatie.

 

Fonte: Manini A, Straniero L, Monfrini E, Percetti M, Vizziello M, Franco G, Rimoldi V, Zecchinelli A, Pezzoli G, Corti S, Comi GP, Duga S, Di Fonzo A. Screening of LRP10 mutations in Parkinson's disease patients from Italy. Parkinsonism Relat Disord. 2021 Aug;89:17-21. doi: 10.1016/j.parkreldis.2021.06.014. 

a cura della dr.ssa Federica Garrì, neurologo, Fondazione Grigioni per il Morbo di Parkinson

Pin It
Un lascito testamentario per un futuro senza Parkinson