Menu
Italian English French German Spanish

Sapere usare correttamente il cerotto antiParkinson è importante

poster2.pngIl poster con gli accorgimenti per ottenere il meglio dalla rotigotina in cerotto

In occasione del convegno Limpe, che si è tenuto a Genova dal 14 al 17 ottobre u.s., è stato presentato un poster che illustrava le istruzioni per l'uso corretto del cerotto contenente rotigotina, un dopamino agonista non ergolinico per il trattamento della malattia di Parkinson.

Gli accorgimenti principali sono cinque:


Conservarlo in frigorifero

Dopo l'acquisto in farmacia, dovete conservare i cerotti in frigorifero a 2-8°C, quindi non nel congelatore, e non nel vostro comodino o nell'armadietto dei medicinali. Questo impedirà la formazione dei cristalli che bloccano il passaggio del medicinale dal cerotto al sangue attraverso la pelle


Scegliere correttamente dove applicare il cerotto.

Le aree della pelle adatte sono:

  • la spalla,
  • la parte superiore del braccio,
  • la coscia,
  • l'anca,
  • la pancia,
  • il fianco (tra le costole e l'anca).

La pelle non deve presentare alcuna lesione o irritazione, neanche rossore e non deve essere pelosa; eventuali peli vanno tolti almeno tre giorni prima. Evitare aree della pelle strofinate da abiti stretti, esposti a fonti di calore (per es. sole, borsa dell'acqua calda) o sui cui ha applicato altri prodotti (creme, oli, ecc). L'area di applicazione deve cambiare ogni giorno. Far passare 14 giorni prima di usare la stessa area di pelle.

Applicare correttamente il cerotto.

Prima di applicarlo tirare fuori il foglio illustrativo e guardare bene le illustrazioni che riguardano l'applicazione corretta del cerotto. Punti fondamentali:

  1. Dopo avere aperto la bustina, tenere il cerotto con tutte due le mani e piegarla per fare aprire la linea di apertura a forma di S.
  2. Staccare la parte protettiva trasparente
  3. Applicare il cerotto sulla pelle senza toccare la parte adesiva appiccicosa con le dita, premendo bene.
  4. Piegare all'indietro l'altra metà del cerotto e staccare l'altro lato dello strato protettivo.
  5. Premere con forma con il palmo della mano sul cerotto per 20-30 secondi ed assicurarsi che il cerotto sia a contatto con la pelle e che gli angoli aderiscano bene.
  6. Lavarsi le mani con acqua e sapone subito dopo


Controllare che il cerotto rimanga in posizione e che sia stato sostituito.

Il cerotto normalmente rimane in posizione, ma può capitare che si stacchi dopo il bagno, la doccia o attività fisica. Inoltre, può capitare di dimenticare di sostituirlo. Se il cerotto si è staccato parzialmente oppure si è dimenticato di sostituirlo, va tolto completamente e bisogna applicarne uno nuovo, che poi andrà sostituito alla solita ora; non bisogna tenere su due cerotti insieme.


Rimuovere correttamente il cerotto.

Il cerotto va tolto lentamente e con attenzione. Eventuali residui vanno lavati via con acqua tiepida e sapone delicato; in caso di difficoltà ricorrere a piccole quantità di olio per bebè. Non bisogna usare alcool o altri solventi, come quello per le unghie, perché aumentano il rischio di irritare la pelle


poster al XXXVI convegno LIMPE, Genova 14-17 ottobre 2009