Menu
Italian English French German Spanish

Anti-ipertensivo in sviluppo per il Parkinson

ipertensioneIstituto Americano investe 23 milioni di dollari

Il calcio antagonista isradipina è già in commercio per il trattamento della ipertensione arteriosa (pressione alta). È stato documentato che le cellule nervose dopaminergiche sono più vulnerabili al calcio delle altre e si pensa che bloccare i canali del calcio possa prevenire o almeno alleviare lo stress ossidativo che le distrugge nella malattia di Parkinson. A favore di questa ipotesi sono gli effetti neuroprotettivi esplicati dalla isradipina in modelli animali di Parkinson.  
Ci sono parecchi calcio antagonisti in commercio. È stata scelta la isradipina perchè ha affinità per i particolari canali del calcio delle cellule nervose dopaminerche.
Dopo i risultati positivi dello studio di tollerabilità e ricerca della dose di fase II in 99 pazienti parkinsoniani (lo studio STEADY-PD), l'Istituto Nazionale per le Ricerche sulla Salute Americano (NIH) ha concesso ai coordinatori dello studio di fase III presso la Università Northwestern negli Stati Uniti fondi pari a 23 milioni di dollari.

 

Fonte:  PR Newswire