Menu
Italian English French German Spanish

il placebo può anche fare male

effetti collaterali in 2 pazienti parkinsoniani su 3

E’ noto che il placebo, ovvero un preparato che somiglia fedelmente ad un medicinale, ma che in realtà non contiene alcun principio attivo, funziona bene nella malattia di Parkinson determinando miglioramenti anche notevoli della funzione motoria.

Ora ricercatori greci hanno scoperto che può anche avere effetti negativi:  analizzando i dati di 41 studi controllati e randomizzati (confronti tra farmaco e placebo con assegnazione casuale della terapia in cieco per cui il paziente non sapeva quello che stava prendendo) in cui 3,544 pazienti parkinsoniani sono stati trattati con il placebo, hanno constatato che il 64,7% dei pazienti (quasi 2 su 3) hanno segnalato almeno un effetto collaterale e l’8,8% hanno sospeso il trattamento perché non lo tolleravano. 

Fonte:  Stathis e coll Eur J Neurol online 12 novembre 2012